Le vie dei suoni / Collana diretta da Dinko Fabris

Agli inizi del terzo millennio, Jean-Jacques Nattiez ha ben chiarito come, in un’epoca in cui l’uomo sulla terra ha accesso praticamente a tutte le musiche di ogni tempo e di ogni latitudine, sia necessario approfondirne criticamente le specificità storiche e culturali di volta in volta diverse, e ciò che è vero per la musica vale anche per il discorso sulla musica, ossia per la musicologia nelle sue tante applicazioni. Questa collana, recuperando nel titolo l’intuizione del viaggiatore Bruce Chatwin sulle infinite vie legate ai canti di un’umanità nata per muoversi sul nostro pianeta, intende promuovere quell’“unità della musicologia” oggi sempre più necessaria nella circolazione internazionale delle idee e delle ricerche. Un itinerario preferenziale, perché ancora poco frequentato dalle pubblicazioni musicologiche internazionali, è quello delle musiche delle diverse sponde del Mediterraneo, con uno sguardo all’Europa “dal Sud”. Accanto a professionisti di solida reputazione internazionale la collana accoglie proposte innovative di giovani ricercatori con l’auspicio che possano trovare la propria “via dei suoni” nella fase d’avvio della loro professione musicologica.